Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Terzo appuntamento con la rubrica "Le Interviste di RunnerMan". A voi Gianluca Pasetto.  

 

Dal 1997 Gianluca è nella squadra Corradini Rubiera, inizia a correre all'età di 13 anni. Dopo un periodo di pausa, all'età di 22 anni riprende a pieno ritmo con la corsa conquistando primati a livello nazionale e internazionale. La sua grande passione per la corsa gli ha permesso in questi anni di esprimersi al meglio e di raffinare il suo stile entrando nella topten dei migliori top runner italiani con un personale di 1h05'17" sulla mezzamaratona . Nell'anno 2008 ha conquistato il 36° posto nella classifica italiana di mezzamaratona.

- Come hai scoperto la passione per la corsa e quando hai iniziato a gareggiare anche nelle semplici corse non competitive?
Ho iniziato a correre all'età di 13 anni nelle non competitive. Dai 14 ai 21 per motivi scolastici e patriottici (militare) ho abbandonato completamente la corsa. Ho ripreso a pieno ritmo all'età di 22 anni.

 

- Elencaci le squadre a cui hai fatto parte:

 

Dal 1992 al 1996

Atletica Bussolengo (VR)

Dal 1997 al 2009

Corradini Calcestruzzi excelsior Rubiera (RE)

 

- Qual'e' il tuo podista di riferimento in questi anni che ammiri per il suo modo di preparare e organizzare un evento sportivo importante (sia mezza che maratona)?
Stefano Baldini

- Illustraci la tua giornata allenamenti tipo….
Finisco di lavorare alle 17,00, mi ritrovo al campo alle 17,45 dove assieme a chi c'è si inizia la faticaccia, dopo di che se è in programma un lavoro in pista mi stacco dagl'altri e continuo la sfacchinata sperando di non essere solo.
Un allenamento per me indispensabile per conoscere la propria forma è il seguente.
400m ripetuta (1,08)  e 200 m recupero per 10-12-15 volte, cercando di recuperare 50 secondi

- Ti alleni da solo o con compagni di squadra?
Per quanto riguarda i fondi lenti, mi alleno con i compagni di sempre; Adriano Brentegani, Dott. Fontana, Marco Mengalli, Zoccatelli Antonello, Armani Maurizio e tanti altri, invece quando faccio qualche lavoro in pista, mi aiuto Cesare Lazzarini ottocentista della New Food con un personale di 1.51.


- Ti vediamo spesso in pista di atletica a Bussolengo, segui una particolare tabella?
Non seguo particolari tabelle. Cerco di mantenere la media di sei o sette allenamenti alla settimana, cercando di inserire un allenamento in pista.

- Ti appoggi ad uno staff di tecnici del podismo per preparare le tue gare?
Se mi serve qualche consiglio tecnico

- Come prepari la stagione?
La stagione per me non inizia e non finisce mai. Quando di solito si inizia la preparazione invernale, io sto ancora allenandomi per la maratona, finita la maratona a dicembre iniziano  i cross, poi la stagione delle mezze in primavera e autunno, durante l'estate invece gare più corte. L'unico intervallo che faccio, è durante l'estate più calda, dove non faccio gare ma solo allenamento.

- Alimentazione e calzature sono due capisaldi importanti nella programmazione della tua stagione podistica che sta per iniziare?
L'alimentazione penso che sia una delle cose da non sottovalutare. Io credo che una persona che si alimenta in modo normale non abbia bisogno di seguire particolari diete, al contrario se cerca di seguire delle tabelle di alimentazione fai da te,  ci potrebbero essere  dei riscontri non gradevoli. Per quanto riguarda le scarpe, l'importante è di non consumarle fino in fondo per evitare problemi di fasciti, tendiniti ecc.

- Segui particolari diete in preparazione di una gara importante?
No

- Conosci la dieta a zona? La ritieni efficace?
La conosco, ma non la seguo.

- Alla fine di una corsa indipendentemente dal tempo impiegato qual è la prima cosa che ti viene in mente?
Se la corsa è andata male, mi vien da ricercare subito il motivo(per consolarmi) del perché è andata così; se invece è andata bene penso sempre che avrei potuto dare di più.

- Ti tiene costantemente aggiornato sull'evoluzione delle tecniche di allenamento o di eventuali integrazioni con altri sport ( vedi nuoto e palestra o bici..)?
No

- Hai un sogno nel cassetto da realizzare a breve o nei prossimi 3, 5 anni?
Quello di cercare di migliorare il mio tempo nella maratona.

- Ti piacerebbe essere testimonial di una famosa maratona internazionale e se si quale?
Direi proprio di si

- La corsa che ti ha emozionato sotto ogni aspetto (logistico, organizzativo, paesaggistico..) da quando hai iniziato la tua attivita' sportiva nel settore del podismo e che rifaresti ogni anno...
Quando nel 2004 ho fatto il personale nella maratona di reggio emilia.

- E la corsa che hai preparato scrupolosamente sotto tutti gli aspetti e che non ti ha premiato come avresti voluto?
Non ricordo se nel 1995 o 1996, preparai la mezza di Gargnano con allenamenti per me stratosferici che però si rivelarono delle vere e proprie gare, facendo si che il risultato finale non fosse quello che avrei voluto.

- La grossa delusione in ambito sportivo?
Nessuna

- Cosa pensi del doping specialmente tra gli atleti di fascia media?
"No doping"

- hai un motto che non ti abbandona mai?
Lo stesso motto che avevo quando ero militare: "finchè go fià"

 

- Tabella tecnico-sportiva:

 

Scheda

Nome

Gianluca

Cognome

Pasetto

Data di nascita

24/09/1970

Altezza

176 cm

peso

64 kg

Stato civile

Celibe

Luogo di allenamento

Bussolengo

squadra

FIDAL: Corradini calcestruzzi excelsior Rubiera (RE)

 

 

Personal best:

 

1000

2’31

1500

3’54

3000

8’34

5000

-

10000

30’04

Ora in pista

-

½ maratona

1h05’17”

 maratona   2h19’03”

 

Ti ringraziamo per la tua disponibilita', facciamo a te e a tutti i podisti gli gli auguri per un proficuo e stimolante 2009 sotto ogni aspetto..

Staff RunnerMan.Net

 

Page copy protected against web site content infringement by Copyscape