Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

STORIA DELLA SEI VILLE -

Indice edizioni:

1973 - 1974 - 1975 - 1976 - 1977 - 1978 - 1979 - 1980 - 1981 - 1982 - 1983 - 1984 - 1985 - 1986 - 1987 - 1988 - 1989 - 1990 - 1991 - 1992 - 1993 - 1994 - 1995 - 1996 - 1997 - 1998 - 1999 - 2000 - 2001 - 2002 - 2003 - 2004 - 2005 - 2006 - 2007 - 2008

 


1973. 25 aprile: nasce la prima Sei Ville, con l'organizzazione dello Sci Club Mondatori (Gianni Locatello presidente e Renato Rettondini ideatore della bella medaglia). Impegnatissimi i nostri De Monte, Zuccher e Maccaferri, tracciatore dei 22 km del percorso con le famose sei ville. 1038 iscritti e 990 classificati.
Classifica finale con tutti gli arrivati (come si usa nello sci), con vincitori Lino Dal Bosco tra i maschi e Bruna Tinazzi tra le femmine (sarà la nostra futura maestra di sci da fondo). È una festa dello Sporting Club che coinvolge anche lo Stabilimento grafico.

torna all'indice


1974. 21 aprile: seconda edizione della Sei Ville organizzata dal neonato Gruppo Marciatori; 2 per-corsi di 11 e 22 km e sacchetto ristoro a ogni arrivato (prima esperienza nel veronese). I partecipanti sono 2300, con oltre 400 ragazzi delle scuole del borgo. I trofei per i gruppi li abbiamo creati fondendo in piombo e stagno il nostro distintivo applicato su blocchi triangolari di marmo.
La marcia viene vinta dal nostro Mario Lavorini; dopo facciamo festa all'SCM per gli oltre cento orga-nizzatori, con finale memorabile: abbiamo buttato i soldi delle iscrizioni su un tavolone e tutti intorno a sistemarli e contarli. Anche questo è stato un segno importante di quanto il gruppo fosse unito!

 torna all'indice


1975. 20 aprile: terza edizione della Sei Ville, per la quale una ditta di Castel Tesino in Valsugana ci prepara una bellissima medaglia smaltata in verde e blu. Il trio RAF (Renato-Armando-Franco) orga-nizza un'elegante festa danzante all'Hotel 2 Torri per presentare la manifestazione e donare il ricavato d'una sostanziosa lotteria alla Mucoviscidosi dell'amico Armani. La marcia si svolge su due percorsi di 11 e 22 km e vede la partecipazione di 2530 podisti. Tempo buono e organizzazione, a detta di tutti, all'altezza delle aspettative.

torna all'indice


1976. 25 aprile: 4^ Sei Ville. Tra i 2200 partecipanti che si cimentano sui due percorsi di 12 e 23 km registriamo con soddisfazione la presenza di qualche centinaio di ragazzi delle scuole del borgo. Presentata un mese prima ancora con un'elegante festa all'Hotel 2 Torri dalla RAF, con raccolta benefica pro Mucoviscidosi, la nostra marcia s'impone all'attenzione dei podisti per l'ottima organizzazione, tanto da meritarsi i pubblici elogi del presidente della FIASP Renato Cepparo. Inizia la collaborazione con Bruno Matroggiani e la sua Ediltintal, con ristori finali memorabili, novità assoluta per quei tempi.

torna all'indice


1977. 24 aprile: 5^ Sei Ville, con due percorsi di 13 e 30 km per i 2650 iscritti, piacevolmente sorpresi dal ricco ristoro finale offerto dall'Ediltintal di Bruno Matroggiani e preparato da Elia Bellaro, grande personaggio veronese del rione della Carega scomparso qualche anno fa, ricco di entusiasmo e calore umano. In precedenza, per la terza volta la nostra manifestazione è stata presentata all'Hotel 2 Torri dalla RAF con una lussuosa festa benefica e ricavato devoluto sempre alla Mucoviscidosi.

torna all'indice


1978. 23 aprile: 6^ Sei Ville, con oltre 3400 partecipanti, impegnati sui due percorsi di 13 e 31 km curati da Gianni Cengiarotti. Inizia la collaborazione con l'orafo Vittorio Mujelli che ci conia una medaglia smaltata in oro e rosso, disegnata da Rettondini presidente dello Sci Club. L'organizzazione sempre più accurata, i bellissimi percorsi sulle nostre colline e i sostanziosi ristori di Matroggiani (rimarchevoli i tortellini spadellati, specialità di Elia Bellaro, offerti all'arrivo!), ci permettono di soddisfare i partecipanti, molti dei quali provenienti da altre province, col risultato che attraverso un referendum indetto tra i podisti dalla Rivista Vai di Milano, la Sei Ville viene proclamata "Miglior Marcia Italiana dell'anno".

torna all'indice


1979. 22 aprile: 7^ Sei Ville con 3300 partecipanti sui due percorsi di 13 e 31 km. Le formelle per i primi dieci gruppi e la medaglia per i singoli vengono coniate con il "Balcone di Giulietta". Prendiamo lo spunto per andare con tante coppie di giovani podisti, rappresentanti i vari gruppi, in via Cappello dove, presente l'assessore allo sport Fornaciari, ci aspettano Giulietta e Romeo in costume medievale e i Rangers a cavallo. Dopo una breve cerimonia durante la quale mettiamo al collo della statua la nostra medaglia (verso sera era già sparita...), ritorniamo in corteo all'SCM per dare il via alla Sei Ville. Questa simpatica novità ha fatto sì che nessuno partisse in anticipo!
Con 154 iscritti il G.S. Camera Sport s'aggiudica il trofeo Esseciemme, secondo il Mombocar che vince il trofeo Eccocasa, messo in palio da Dario Bergamini. Bruno Matroggiani, aiutato sempre da Elia Bellaro, si supera col ristoro finale: tre quintali di minestrone e uno di tortellini spadellati, morta-delle e polenta, formaggio, più un migliaio di pastine per i più giovani, il tutto innaffiato con ottimo vino e bibite. Questo fornitissimo ristoro finale ci ha impegnati notevolmente per arginare l' "assalto" degli arrivati (e preoccupati per il giorno in cui non avremo più il sostegno del Bruno...), ma intanto raccogliamo calorosi consensi da tutti.

torna all'indice


1980. 20 aprile: 8^ Sei Ville, con 3359 iscritti sui due percorsi di 13 e 31 km. Tra gli ottanta gruppi presenti vince il trofeo Esseciemme il G.S. Mombocar (più quello del G.P. della Montagna posto a Castagnè); il trofeo Eccocasa va al Taxi Club; il trofeo Atala Sport al G.S. Ski Camera. Per le medaglie e le formelle per le prime dieci società viene scelta la "Scala della Ragione" di Cortile Mercato Vecchio. Il ristoro finale preparato dall'Ediltintal è sempre più che sostanzioso, ma qualcuno mormora che l'anno scorso era più abbondante... Come avevamo previsto, abituar troppo bene la gente non è sempre un buon affare! In compenso sono unanimi gli elogi sulla scelta dei percorsi, fatta da Athos Maccaferri, abbelliti dalla bella giornata e dalla fioritura primaverile della natura.

torna all'indice


1981. 26 aprile: 9^ Sei Ville, riservata ai soli Soci dell'Esseciemme e pochi inviti estesi a qualche amico. In totale sono 414 gli iscritti, compreso lo squadrone dell'Eccocasa, comprendente Bordin, Pimazzoni, Calabretta e via dicendo, che partecipano da veri non competitivi (e Besaldo ne approfitta per giungere primo al traguardo!). Tra i gruppi è primo il Primavera, seguito da I Meio de la coà e gli Amici del Buseto, che si aggiudicano i trofei Esseciemme, il nostro e quello dell'Eccocasa. Lo Sci Club vince il trofeo messo in palio da Mario Tezza, gestore del Ristorante-bar. La novità di quest'anno è stata voluta dal Consiglio Direttivo nello spirito di cercare sempre qualcosa di nuovo, col risultato di soddisfare i soci dell'Esseciemme, ma di scontentare i podisti esterni che ambivano a partecipare alla nostra manifestazione. Non ripeteremo più questa esperienza così restrittiva.

torna all'indice


1982. 25 aprile: 10^ Sei Ville. Dopo l'esperienza ristretta dello scorso anno, l'apriamo a tutti i podisti, e i risultati si vedono: 4388 iscritti sui due percorsi di 11 e 21 km. Tra i cento gruppi premiati primeggiano lo Ski Fondo Camera, il Mombocar e il San Zeno. Il trofeo per il G.P. della Montagna situato al Pian di Castagnè se lo aggiudicano gli amici mombocarini. La nostra è una manifestazione assolutamente non competitiva, ma abbiamo il piacere di avere con noi i big dell'Eccocasa Loris Pimazzoni e Gelindo Bordin, premiati come tutti i partecipanti con una medaglia coniata dall'orafo Mujelli e riproducente il nostro simbolo su un lato e un disegno stilizzato dello Sporting Club-Castello di Montorio di Luciano Prato sull'altro. L'organizzazione e il ristoro finale di Bruno Matroggiani ci portano gli unanimi consensi dei partecipanti, dell'Umv e della Fiasp. Tiziano Fittà scriverà su l'Eco della valanga, il giornalino del Mombocar che da qualche mese affianca il nostro Marciador: "È stata senza dubbio la migliore delle dieci edizioni, se non la migliore di tutte le manifestazioni podistiche fatte fino ad oggi (senza offesa per nessuno)".

torna all'indice


1983. 24 aprile: l'11^ Sei Ville presenta una grossissima novità. I pressanti inviti di Graziano Rugiadi, per organizzare a Verona una stracittadina nell'ambito delle manifestazioni in onore del Patrono San Zeno, ci convincono ad accettare la proposta e la Sei Ville si trasferisce in città e diventa la prima Straverona. Con il patrocinio del Comune e l'Assessorato allo Sport, la collaborazione del Comitato Festeggiamenti di San Zeno, del Giornale L'Arena, dei gruppi sportivi Mombocar, Paliaga e Camera, la sponsorizzazione della Centrale del Latte sull'intera manifestazione e dell'Ediltintal di Bruno Matroggiani per il ristoro finale, abbiamo organizzato una stracittadina con due percorsi di 10 km (in città) e di 20 km (fin sulle colline), per quasi diecimila podisti, numero impensato per questi tempi!
139 gruppi sono stati premiati con formelle in bronzo riproducenti l'antico sigillo medievale del Comune del 1474 e l'Annuario di San Zeno. Ai singoli viene consegnato un adesivo a colori e una medaglia in bronzo con lo stesso sigillo su un lato e il nostro distintivo sull'altro, più un volume offerto da Selezione del Reader's Digest e ricchi prodotti della Centrale del Latte. Il Quartiere Pindemonte, con oltre 500 ragazzi, ha vinto il trofeo Eccocasa, messo in palio da Dario Bergamini per la scuola più numerosa. Il ricavato della manifestazione, 1.200.000 lire, è stato devoluto alla Mucoviscidosi.
Per gli organizzatori, dopo una gustosa risottata offertaci dall'Ediltintal alla conclusione della marcia, c'è stata qualche giorno più tardi una simpatica e generosa festa alla Centrale del Latte in Zai dove, insieme ai complimenti di autorità e sponsors, abbiamo ricevuto in omaggio diversi prodotti caseari. Un altro incontro lo faremo poi con l'Abate di San Zeno, dove ci vengono consegnati Annuario, medaglia e volume di Selezione, più visita guidata alla Torre Abbaziale, aperta solo per noi. Nel complesso, possiamo dire che è stata un'esperienza impegnativa ma molto gratificante.

torna all'indice


1984. 29 aprile: 12^ Sei Ville. Un vento freddo e fastidioso limita a 2372 i partecipanti, che si impegnano su un percorso di 11 km che si snoda per la Valpantena fino a Villa Balladoro, mentre quello da 21 km si spinge alle Ferrazze, attraversa la Musella, villa San Carlo, Torricella Orti, le ville Montenigo e Gemma, il Castello di Montorio e arriva allo Sporting Club. Una bella medaglia riproducente la Villa Balladoro premia i concorrenti, soddisfatti anche dagli ottimi ristori dell'Ediltintal e dagli interessanti premi per i gruppi offerti da Antonini Sport, Esseciemme, Eccocasa e Centro Sport. La nostra marcia viene inserita nel calendario ufficiale delle manifestazioni del Grande Gioco proposto alla cittadinanza dall'Assessore allo Sport Graziano Rugiadi.

torna all'indice


1985. 21 aprile: 13^ Sei Ville. Una bella giornata primaverile accoglie i 3550 partecipanti impegnati sui due percorsi di 10 e 20 km. Per ricordare la figura prestigiosa del dottor Mario Formenton, presidente della Mondadori Editore scomparso da poco, viene istituito il primo trofeo intitolato alla sua memoria. Insieme ai trofei dell'Esseciemme, Ediltintal ed Eccocasa, costituirà un importante montepremi per le società più numerose e rappresentative. L'ottima organizzazione trova riscontro nei commenti di tutti i partecipanti, soddisfatti dei bei percorsi, dell'artistica medaglia raffigurante la Villa Mattarana e dei fornitissimi ristori.

torna all'indice


1986. 20 aprile: 14^ Sei Ville. Una bella giornata e due percorsi di km 10 e 20 attendono i 4146 iscritti, che vengono premiati con un portacenere in ceramica prodotto dalla Muffola (così diamo un aiuto notevole a questa associazione benefica). Primo gruppo più numeroso è il San Zeno (in questi tempi è fortissimo!), che vince una coppa e un viaggio per due persone di una settimana a Malta, offerto dall'Ag. Viaggi Nouvelles Frontières; secondo l'85° Battaglione Verona, organizzato dal maresciallo Aldo Bargione (nostro iscritto), che vince una bicicletta messa in palio dall'Esseciemme.
Bruno Matroggiani e la sua Ediltintal quest'anno non organizzano il ristoro finale, ma sono munifici lo stesso, offrendo due biciclette per la 3^ e 4^ società (l'Avis-Aido di Badia Polesine e I meio de la coà) ed eleganti anfore in ceramica dalla 5^ alla 14^! Il premio speciale per la scolaresca più numerosa se lo aggiudica la Scuola Emilio Salgari di San Massimo. Da parte nostra siamo pienamente soddisfatti dei tanti complimenti ricevuti dai partecipanti.

torna all'indice


1987. 26 aprile: 15^ Sei Ville, che presenta la novità per i podisti di potersi iscrivere solo con prezzo ridotto (lire 800) e con in premio due pandorini. Poco più di tremila marciatori accolgono la proposta, sostenuta anche dal presidente dell'Umv Vincenzo Presutti. Due sono i percorsi di 10 e 20 km a disposizione dei concorrenti, con le prime tre società premiate con i trofei Mario Formenton offerto dalle Officine Grafiche Mondadori, Esseciemme ed Ediltintal. Tutto sommato ne risulta un'edizione tranquilla, ma positiva, allietata dal "solito" bel tempo che accompagna immancabilmente la nostra manifestazione!

torna all'indice


1988. 24 aprile: 16^ Sei Ville, abbinata quest'anno all'Avis Comunale per onorare il 40° anniversario di fondazione (saranno distribuite 3000 apposite magliette offerte dal negozio Nico Garda). Due percorsi di 10 e 20 km accolgono i 4860 iscritti, in una giornata soleggiata ma ventosa. Sul vecchio campo di calcio del Comprensorio la polvere sollevata dal vento entrava dovunque. I ricchi trofei dell'Avis Comunale, il Memorial Mario Formenton delle Officine Grafiche Mondadori, della Nuova Ediltintal e dell'Esseciemme sono stati vinti rispettivamente dall'85° BTG Verona, dall'Avis Madonna di Campagna, dal G.P. San Zeno e dall'Avis San Vito al Mantico, seguiti da un altro centinaio di gruppi tutti premiati.

torna all'indice


1989. 23 aprile: 17^ Sei Ville, con due percorsi di 10 e 20 km, 17^ edizione (qualcuno aveva preco-nizzato che il "17" ci avrebbe portato sfortuna e ci sarebbe stato brutto tempo...). Al contrario, una splendida giornata ha accolto i circa 3500 partecipanti, premiati singolarmente con due confezioni di pasta Paf. Inizia la nostra collaborazione col dottor Remigio Marchesini, che si trasformerà presto in una duratura amicizia. I trofei Mario Formenton, Nuova Ediltintal ed SCM premieranno le prime tre delle ottanta società partecipanti.

torna all'indice


1990. 22 aprile: 18^ Sei Ville, con 3500 iscritti sui due percorsi di 10 e 20 km. Premio individuale un elegante portafoglio, mentre a disposizione dei gruppi ci sono i trofei Mario Formenton, Banca Popo-lare, Assessorato allo Sport del Comune di Verona e il trofeo Esseciemme per il gruppo proveniente da più lontano, più diversi altri premi. In collaborazione con il Velo Club Mondadori si abbina alla marcia anche una gara di mountain bike, disciplina che sta ottenendo un interessante sviluppo. L'esperimento non ha però buon esito, crea confusione e non avrà più seguito. La nota più positiva rimane sempre l'immancabile bel tempo che ci aiuta nella nostra organizzazione!

torna all'indice


1991. 21 aprile: 19^ Sei Ville. Tempo buono ma piuttosto freddo e due ottimi percorsi di 10 e 20 km, scelti dal nostro esperto Gelmino Bianconi, per i 3350 iscritti. I trofei se li aggiudicano: G.P. Mom-bocar il M. Formenton, G.M. Via Marconi quello della Banca Popolare, Sbandati di Bovolone quello dell'Ediltintal, G.S. Amighini il Memorial Franco Ferrarese. Una speciale coppa viene assegnata al G.P. Corri con noi di Vicenza per il gruppo più numeroso proveniente da fuori provincia.

torna all'indice


1992. 26 aprile: 20^ Sei Ville. Il consistente aiuto economico del dottor Tarcisio Marchesini della Banca Popolare di Verona ci permette di fare le cose in grande, offrendo ai podisti una medaglia ricordo, una confezione di tortellini e una di gnocchi della Paf. Gli iscritti sono oltre 6.500, mentre i partecipanti superano di poco i 4.000 (siamo nella media delle abitudini veronesi; c'è gente che s'iscrive per far la "spesa" o gonfiare i gruppi...). Comunque i partecipanti saranno soddisfatti dal bel tempo e dalla buona organizzazione. Tra le società il G.S. Mombocar si aggiudica il trofeo della Banca Popolare, l'Avis Nicofer San Vito il trofeo M. Formenton, la Rustica Marmi il trofeo Nuova Ediltintal, G.P. Bontex il trofeo Paf, G.S. Castel d'Azzano il trofeo Esseciemme, seguiti da altri 105 gruppi.

torna all'indice


1993. 25 aprile: 21^ Sei Ville, con tre percorsi di 8-14-21 km. Dopo la pioggia dei giorni precedenti, la domenica mattina si presenta con un cielo nuvoloso, ma tiene duro fino al pomeriggio senza piovere, salvando così la tradizione della Sei Ville sempre asciutta! Ne risente la partecipazione dei marciatori: a fronte di 6.125 iscritti abbiamo solo 3.384 arrivati sui tre percorsi. I trofei Banca Popolare, Mario Formenton, Paf ed Esseciemme, sono stati vinti rispettivamente dai gruppi podistici del Mombocar, Castel d'Azzano, La Baldona e Paris Mode, ma sono state premiate altre centoventi società (alcune provenienti da Trento, Rimini, Bologna, Forlì).

torna all'indice


1994. 24 aprile: 22^ Sei Ville. Battuti tutti i records d'iscrizioni, circa 7.200; i partecipanti sono natu-ralmente meno, ma tutti soddisfatti per l'efficiente organizzazione e per i panoramici percorsi, che uniti al bel tempo completano una giornata veramente positiva. La classifica delle società vede primeggiare il G.S. Mombocar che vince il trofeo della Banca Popolare, seguito dall'Avis San Vito al Mantico (trofeo Memorial Mario Formenton della Mondadori) e il G.P. Pacengo (trofeo Esseciemme).
Simpatica la partecipazione dei Militari della Caserma G. Duca, che si sono aggiudicati il trofeo che abbiamo voluto dedicare alla memoria di El Yabass el Hassan, nostro socio da quest'anno, ma perito un mese prima in un incidente d'auto accadutogli a casa sua in Marocco. Anche il trofeo Esseciemme è stato dedicato alla memoria di un nostro Socio, Gastone Gini, morto nel settembre dello scorso anno. Carissimo amico d'infanzia prima e collega di lavoro poi, è stato per alcuni mandati anche consigliere del Gruppo. Il solito brutto male, che lo ha fatto soffrire per diversi mesi, l'ha tolto alla moglie Luciana, alle tre figlie e agli amati nipotini. La loro era stata una delle tante famiglie che fin dai primi tempi hanno amalgamato e fatto la fortuna del nostro Gruppo.

torna all'indice


1995. 23 aprile: 23^ Sei Ville, con tempo nuvoloso al mattino e pioggia nel pomeriggio (fatta salva la tradizione della Sei Ville senza pioggia!). Con 5.305 iscritti, abbiamo premiato 111 gruppi, con l'Avis San Vito Nicofer che si è aggiudicato il Trofeo della Banca Popolare di Verona e la Rustica Marmi il Memorial Mario Formenton. I due Trofei alla memoria di Gastone e Giorgio Gini sono stati vinti dai podisti del Pastificio Mazzi e da quelli del Rossetto di Lugagnano. Tra i gruppi provenienti da altre province si distinguono l'Uisp di Rovigo, la Cassa di Risparmio di Vicenza e l'Avis-Aido di Badia Polesine.

torna all'indice


1996. 21 aprile: 24^ Sei Ville. Il bellissimo tempo di tutta la settimana e della domenica ha favorito le iscrizioni che arrivano a un numero notevole: oltre 6.000 interi e 500 ridotti. Ben 14 gruppi superano le cento unità, con l'Avis San Vito Nicofer che acquista 190 cartellini e si aggiudica il Trofeo della Banca Popolare di Verona; secondo posto per i Romani Biondani, trofeo Mario Formenton; poi Pastificio Mazzi, trofeo Esseciemme; La Baldona, Memorial Gastone e Giorgio Gini; seguiti da altre 117 società, tutte premiate. Il notevole numero di marciatori partecipanti non ha messo in crisi l'ottima organizzazione, per cui i consensi finali sono stati per lo più tutti positivi.

torna all'indice


1997. 20 aprile: 25^ Sei Ville, edizione memorabile, col record assoluto d'iscrizioni, ben 7618 (con solo 378 ridotti), attirati dal ricco sacchetto contenente per la prima volta un volume Oscar Mondadori, una confezione di pasta Avesani, un filo di perle d'acqua dolce dell'Amighini e alcuni omaggi delle Spedizioni Mondadori. Sono stati premiati 128 gruppi, di cui 18 da fuori provincia. I trofei Banca Popolare, Memorial Mario Formenton, Trentennale SCM e Memorial Giuseppe Ricci se li sono aggiudicati il G.P. Bussolengo, l'Avis San Vito al Mantico, l'Amighini e il Mombocar.
Dopo mesi di tempo splendido abbiamo rischiato la pioggia, che fortunatamente si è limitata a poche gocce, ma che non ha impedito alle migliaia di podisti di gustarsi 120 kg di risotto S. Marco al tastasal e 100 kg di tortellini dell'Avesani, il tutto allietato dalla Banda musicale dei Bersaglieri in congedo. Anche la disponibilità dei parcheggi della Caserma Duca concessi dal Comandante col. Antonio Duc, hanno concorso al successo della Sei Ville d'Argento, confermato in seguito dai lettori della Rivista VAI, che l'hanno decretata "Miglior Marcia dell'Anno", riconoscimento già ricevuto nel 1978 (sono poche le società che l'hanno avuto due volte!).

torna all'indice


1998. 19 aprile: 26^ Sei Ville, con 6313 iscritti, favoriti da un tempo splendido dopo le tante piogge dei giorni precedenti. Tutto è filato a meraviglia, grazie all'impegno del Consiglio Direttivo e alla collaborazione di tanti Soci. Gli unanimi consensi dei podisti si possono sintetizzare in un'affermazione del nostro Antonio Duc: "È stata un'edizione sofisticata!". Abbiamo premiato 113 gruppi, con ai primi posti il G.P. Bussolengo (Trofeo Banca Popolare di Verona), gli Sbandati di Bovolone (Trofeo Mario Formenton), la Rustica Marmi (Trofeo Esseciemme) e l'Oreficeria Amighini (Memorial G. Ricci).

torna all'indice


1999. 18 aprile: 27^ Sei Ville. Col bel tempo sono 6682 gli iscritti, e 114 i gruppi premiati. Il trofeo della Banca Popolare se lo aggiudica con 350 militari l'85° RGT Verona della Caserma Duca; seguito dal G.P. Bussolengo, trofeo M. Formenton; dal G.P. Rossetto, trofeo Esseciemme; G.S. Mombocar, trofeo Memorial G. Ricci; G.P. Pastificio Mazzi, trofeo 85° RGT Verona. È stata una edizione veramente soddisfacente, caratterizzata dall'ottima collaborazione con la Caserma Duca, del comandante col. Paolo Maria Salladini e dei nostri col. Paolo Bongiorno e maresciallo capo Aldo Bargione. Abbiamo avuto a disposizione i parcheggi della struttura militare, e senza i problemi di ordine politico a livello internazionale, avremmo avuto la possibilità di poter concludere la Sei Ville attraversando i viali della Caserma. Abbiamo anche offerto all'Ass. Nazionale Mutilati e Invalidi Civili la possibilità di aderire gratuitamente alla manifestazione, proponendo un gemellaggio tra i soci e questi amici bisognosi, ma l'iniziativa non è stata capita come meritava. Peccato, sarà per un'altra volta!

torna all'indice


2000. 16 aprile: 28^ Sei Ville, con 6.947 iscritti, di cui 1005 si classificheranno sul percorso di 22 km. Tempo splendido e preziosa la collaborazione dell'85° RGT Verona e dei suoi Militari, alla quale aggiungiamo un accordo fatto con la signora Paola Franchi, presidente Commissione Sport della Circoscrizione 6^, che ci aiuta concretamente per invitare gratuitamente gli studenti delle scuole del nostro Circolo Didattico.
Tra i 120 gruppi premiati ci sono ai primi posti il G.P. Miglioranza che si aggiudica il Trofeo dello Sporting Club, il G.P. Martinez il Trofeo Mario Formenton, il G.S. Amighini il Trofeo Banca Popolare di Verona, il G.P. Bussolengo il Memorial Giuseppe Ricci, il G.P. Rossetto il Trofeo dell'Alleanza Assicurazioni, che tramite il suo dirigente Pierluigi Travaini, inizia con noi una proficua collaborazione che si svilupperà in grande negli anni successivi.

torna all'indice


2001. 22 aprile: 29^ Sei Ville, che dopo la tanta pioggia dei giorni precedenti si corre col sole! Il brutto tempo ha limitato a 5557 gli iscritti che sciamano sui quattro percorsi di 6-12-18 e 30 km (quest'ultimo impreziosito dall'attraversamento del Parco di Villa Vendri). I trofei sono costituiti da artistici quadri e se li aggiudicano Gli Sbandati di Bovolone quello dell'Alleanza Assicurazioni, San Vito al Mantico Nicofer il Mario Formenton, la Fidas Pindemonte il Memorial Giuseppe Ricci, la Rustica Marmi di S. Ambrogio di Valpolicella quello della Banca Popolare. Uno speciale trofeo lo mette in palio anche il Comando dell'85° RGT Add. Volontari Verona che viene assegnato al gruppo più numeroso proveniente da fuori provincia, i Leprotti di Pove del Grappa.
Con la marcia non competitiva viene proposta la Super Sei Ville di 30 km, valida come 2^ prova del Trittico Scaligero; è la nostra prima esperienza organizzativa di una gara competitiva Fidal su strada, e con l'importante aiuto dei Militari della Caserma G. Duca, riusciamo a soddisfare i 175 atleti che vi partecipano. Vince il bresciano Ivan Cotali, davanti ai veronesi Simone Raffagnini e Massimiliano Bogdanich. Tutte della nostra provincia le prime femmine: Donatella Zivelonghi, Enrica Guerra e Rosa Chesini.
Un notevole aiuto per coprire i costi della competitiva ci viene fornito dai dirigenti dell'Alleanza Assicurazioni Silvano Bruno e Pierluigi Travaini, soddisfatti della visibilità che offriamo sugli stampati, all'arrivo e nel ristoro finale all'interno del Comprensorio. Nel contempo noi aiutiamo l'Associazione Veneta per la lotta contro la Fibrosi Cistica.

torna all'indice


2002. 21 aprile: 30^ Sei Ville abbinata alla 2^ Super Sei Ville, seconda prova del Trittico Scaligero. La pioggia dei giorni precedenti e la concomitanza di una biciclettata in centro città e la Su e zo par i ponti di Venezia, limitano gli iscritti a 5.085 con 105 gruppi premiati. Tra questi il G.S. Bussolengo ha vinto il trofeo messo in palio dalla VI Circoscrizione, la Fidas Pedemonte quello dell'Alleanza Assicurazioni, l'Amighini il Memorial Mario Formenton, Gli Sbandati di Bovolone il trofeo della Banca Popolare di Verona, il G.P. Pastificio Mazzi il Memorial Giuseppe Ricci. Tra i gruppi provenienti da fuori provincia premiamo il G. Sportivo Ozzanese di Bologna, l'AVIS Milano e l'AVIS di Sarzana (SP).
Unanimi i complimenti ricevuti dai podisti, soddisfatti dal bel tempo (quasi insperato!), dai ristori ben forniti e dagli ottimi percorsi collinari, con i duecento soci impegnati nell'organizzazione vestiti con una nuova maglietta rossa per il "Trentennale".
Quasi 200 atleti hanno preso il via della Super Sei Ville di 30 km, vinta alla grande da Adriano Brentegani, seguito da Massimiliano Bogdanich (entrambi veronesi), dal trentino Cristiano Campostrin e dai bresciani Sergio Ardesi e Ivan Cotali (vincitore della prima edizione). Nella categoria femminile si è imposta la pordenonese Anna Boniolo, seguita dalle veronesi Enrica Guerra e Odilla Lorenzoni. Il G.S. Bussolengo s'è aggiudicato anche il trofeo della gara competitiva messo in palio da Cesare De Monte a nome dell'Esseciemme.

torna all'indice


2003. 13 aprile: 31^ Sei Ville, con 4616 iscritti, sotto la media solita per la concomitanza della marcia di S. Ambrogio. Anche questa volta abbiamo offerto ai partecipanti un'ottima organizzazione impreziosita dal tempo splendido, insperato dopo la pioggia dei giorni precedenti!


2004. 18 aprile: 32^ Sei Ville. Prima o dopo doveva capitare, ed è stata un'edizione bagnata! Comunque abbiamo avuto 6000 iscritti circa.


2005. 17 aprile: 33^ Sei Ville, 6500 iscritti con aggiunta ai tre percorsi tradizioni anche della prima Maratona della Valpolicella (160 partecipanti). Dopo La pioggia scrosciante del sabato, domenica mattina splendida!


2006. 23 aprile: 34^ Sei Ville, 5500 iscritti (solita concomitanza con marcia in Valpolicella), ottima organiz-zazione, impegnata anche con la seconda edizione della Maratona (150-160 partecipanti).


2007. 15 aprile: 35^ Sei Ville. Tempo splendido che allietano i 6400 iscritti, quasi tutti sui tre percorsi tradizio-nali, mentre sulla Maratona partecipano circa 130 podisti (Verona non recepisce questo tipo di manifesta-zioni…).


2008. 13 aprile: 36^ Sei Ville piovosa! Dopo tanti anni di tempo più o meno bello c'era da aspettarselo, e la pioggia ha limitato a 5300 gli iscritti con 105 gruppi tutti premiati.

torna all'indice


2009. 19 aprile: 37^ Sei Ville. Come sarà???