Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Continuano le interviste di RunnerMan.Net, questo mese vi presentiamo Filippo Dusi atleta veronese con grandi qualità atletiche. 

 

Filippo inizia a correre all'età di vent'anni e da subito nella squadra "Podistica Basso Veronese di Cerea" inizia il suo lungo cammino nel mondo delle gare competitive a livello nazionale ottenendo sempre ottimi risultati e posizionamenti ai vertici delle classifiche. Si allena regolarmente tutti i giorni  prevalentemente da solo, segue un normale metodo di allenamento frutto però di un constante scambio di idee e confronti con altri atleti amici e a seconda dello stato di forma decide come e quale gara affrontare.

- Come hai scoperto la passione per la corsa e quando hai iniziato a gareggiare anche nelle semplici corse non competitive?
Ciao, ho iniziato piuttosto tardi a correre. A 18 anni mi piaceva fare body building e partecipavo alle gare di biathlon atletico. Una specialità che comprende alzata su panca e una corsa in pista di 5000 m. Fisicamente ero molto diverso da ora. Poi un incidente con una brutta frattura al braccio mi ha impedito di continuare ed allora ho iniziato a correre, avevo circa venti anni.

 

Elencaci le squadre a cui hai fatto parte:

 

Dal 2000

Podistica basso veronese di Cerea (VR)

 

- Qual'e' il tuo podista di riferimento in questi anni che ammiri per il suo modo di preparare e organizzare un evento sportivo importante (sia mezza che maratona)?
Oltre ai soliti Baldini e comunque Haile Gebresselassie che comunque sono un altro pianeta, ammiro molto atleti piu' normali che comunque puoi sempre confrontarti, come Max Bogdanich, G. Pasetto, D.Dolci, e i vecchi come I. Arduin, con cui ci si può trovare anche per allenarsi assieme.


- Illustraci la tua giornata allenamenti tipo….
Non è niente di particolare, perché dopo una giornata di lavoro, alle 18 si parte, cercando di fare sempre del proprio meglio, variando giorno per giorno…  dai medi, alle ripetute, ed anche potenziamento e ginnastica una volta alla settimana. Cerco di allenarmi almeno 5/6 volte la settimana anche se non sempre è possibile. In media comunque mi alleno un'ora o poco piu' al giorno.


- Ti alleni da solo o con compagni di squadra?
Sempre da solo, tranne la Domenica, quando non ci sono gare, ci si trova con qualche amico, solitamente Ivano Arduin.


- Ti appoggi ad uno staff di tecnici del podismo per preparare le tue gare?
No, ci si trova gara per gara con gli amici avversari, e correndo, chiaccherando ci si confronta, e ci diamo magari alcuni suggerimenti. Tutto qua.


- Come prepari la stagione?
Mah, non seguo preparazioni particolari, decido quale gara fare a seconda della forma, anche se prediligo partecipare alle corse della nostra citta, i vari circuiti, e le corse che organizzano gli alpini.


- Alimentazione e calzature sono due capisaldi importanti nella programmazione della tua stagione podistica che sta per iniziare?
Si, l'alimentazione è molto importante, anche se non mi faccio mancare niente, anzi a una buona mangiata non rinuncio, di certo non sono un professionista. Bella la corsa, ma anche tutto il resto. Per le calzature non ho particolari preferenze, basta che non mi diano problemi.

- Segui particolari diete in preparazione di una gara importante?
No, solo per preparare la maratona, presto un po' piu' di attenzione, sia nell'alimentazione che negli allenamenti.

- Conosci la dieta a zona? La ritieni efficace?
Si, la conosco, non l'ho mai provata, ma non credo molto in queste diete, tantomeno in quelle fai da te. L'importante è alimentarsi correttamente e nella giusta quantità per uno sport così faticoso, senza farsi mancare nulla.


- Alla fine di una corsa indipendentemente dal tempo impiegato qual è la prima cosa che ti viene in mente?
Che bello, anche questa è andata, nel migliore dei modi, avendo dato tutto. Ma la prossima volta cercherò di fare meglio!


- Ti tiene costantemente aggiornato sull'evoluzione delle tecniche di allenamento o di eventuali integrazioni con altri sport ( vedi nuoto e palestra o bici..)?
Seguo, leggo e mi informo, mi piace, ma non pratico altri sport, sarà per il tempo, per il piacere, ma mi alleno solo correndo


- Hai un sogno nel cassetto da realizzare a breve o nei prossimi 3, 5 anni?
Vorrei poter abbassare il tempo sulla maratona, scendere sotto le 2h e 30, ci terrei molto, visto che sulla mezza ho fatto varie volte 1h 09, ma per me la maratona è un tabu'… chissà!


- Ti piacerebbe essere testimonial di una famosa maratona internazionale e se si quale?
Si, a chi non piacerebbe, magari quella di casa!!!!!!


- La corsa che ti ha emozionato sotto ogni aspetto (logistico, organizzativo, paesaggistico..) da quando hai iniziato la tua attivita' sportiva nel settore del podismo e che rifaresti ogni anno...
Mi spiace dirlo, perché non è una corsa di verona, ma a me piaceva "la corsa del trenino", una corsa che partiva da Cogollo del Ciengio ed arrivava dopo 20 km (di cui 10 di mulattiera in salita -dura-) ad Asiago… bella, dura, ma l'ambiente, il percorso, la zona di arrivo e tutto il resto, era proprio organizzata il meglio.


- E la corsa che hai preparato scrupolosamente sotto tutti gli aspetti e che non ti ha premiato come avresti voluto?
La maratona di Reggio nel 2005, quando ho fatto 2h 31'…  una crisi negli ultimi 4 km mi ha impedito di finire con il Max e Sanna in 2h 29'…!!!


- La grossa delusione in ambito sportivo?
Non ho gosse delusioni, anzi, ogni corsa comunque vada, mi da gioia e passione.


-Cosa pensi del doping specialmente tra gli atleti di fascia media?
Un gosso errore, e poi, a cosa serve? O fai il record del mondo (scherzo, non lo accetto l'uso di queste sostanze) oppure lascia! Saranno solo problemi di salute e di coscienza.

- Hai partecipato alla Verona Marathon classificandoti 9° assoluto in 2h34'32". Tue considerazioni sulla gara?
Bella gara, organizzata alla grande, anche se io migliorerei certe cose; come la consegna pettorali, e le premiazioni finali. Sarebbe stato bello vedere i primi dieci sul palco ed aumentare i premi di categoria. Sono pochi 3 arrivati secondo me, visto i numeri dei partecipanti. Il percorso comunque bello ma un po' duretto, piuttosto monotono dal 23 al 35 km, ma nel complesso bene… L?arrivo in Brà pero…!?

-hai un motto che non ti abbandona mai?
Dai sempre il massimo, fino alla fine, non mallare mai..

- la scheda da compilare:
 

Scheda

Nome

Filippo

Cognome

Dusi

Data di nascita

02/02/1967

Altezza

180 cm

peso

64 kg

Stato civile

Celibe

Luogo di allenamento

Isola della Scala

squadra

Pod Basso Veronese Cerea

 

 

Personal best:

 

1000

-

1500

-

3000

9’25

5000

16'00

10000

32’20

Ora in pista

18.297

½ maratona

1h09’08”

 maratona   2h31’25”

 

Ti ringraziamo per la tua disponibilita', facciamo a te e a tutti i podisti gli gli auguri per un proficuo e stimolante 2009 sotto ogni aspetto..

Staff RunnerMan.Net

 (foto miniatura di Fabio Rossi - podisti.org)