Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

15 + 15 x 24 x 1 x X = ... Non è una formula matematica astrusa! È un modo particolare per raccontare la storia della maxi staffetta che abbiamo iniziato ad organizzare fin dall’ormai lontano 1974. - Scarica le CLASSIFICHE storiche.

 

staffetta 24x1 ora lupatotissima

L'idea è nata leggendo su un giornale americano che nei campus universitari si svolgeva questa lunga manifestazione per incentivare gli studenti ad appassionarsi alla corsa in pista; in un secondo tempo abbiamo imparato che un paio d’anni prima in Italia l’Oerlikon di Milano e l’Acquadela di Bologna l’avevano già organizzata, stabilendo naturalmente i primati italiani. Venendo alla nostra formula diciamo che i 15 + 15 corrispondono alle edizioni...

... della Staffettissima Esseciemme e alla Lupatotissima Mombocar: qualcosa come 15+15x24 = 720 ore di corsa; con la “X” che sta per le squadre partecipanti, e se avessimo il tempo per riandare alle società iscritte, potremmo anche calcolare gli atleti che sono scesi in pista… Considerato che nelle prime tre edizioni erano poche, ma che poi sono aumentate fino alle 24 per le mondadoriane e alla trentina per le mombocariane, facendo una media (per difetto) di 20 società x 24 ore x 30 edizioni =  a 14.400 atleti che hanno corso sulle piste del Bentegodi, di Basso Acquar e di San Giovanni Lupatoto. È un numero incredibile!

 

Nata nel 1974 come manifestazione sociale per il nostro Gruppo sulla pista del Bentegodi, con due squadre più 12 riserve (che poi hanno corso anche loro), la Staffettissima ha subito suscitato l’interesse dei podisti, e dopo lo stop del 1975 (pausa di riflessione), dall’anno successivo sono state le altre società a richiederci di partecipare. E da un’organizzazione tutta nostra, si è dovuti passare ad una più “professionale”, chiedendo l’aiuto dei giudici Csi e Fidal (con Graziano Rugiadi in prima fila, specialmente da assessore allo sport) e il cronometraggio degli amici del Mombocar (ben organizzati da Tiziano Fittà) per dare regolarità ai risultati agonistici.

Altro intervento indispensabile è stata la ricerca di sponsors importanti; da parte nostra per proporre monte premi validi; da parte delle società per allestire squadre sempre più competitive, con tutti gli atleti maschili e femminili di valore nazionale (basta scorrere le classifiche che da qualche giorno abbiamo inserito sul nostro sito internet). Ricordo due atlete per tutti: Gabriella Dorio, che in seguito sarebbe diventata campionessa olimpionica sui 1500 metri, e Silvana Cruciata che con km 17.563 ha stabilito il record europeo (calcolato dai giudici con la massima regolarità, facendo fermare prima la concorrente che le doveva dare il cambio e misurando con precisione dove era arrivata allo scoccare della sua ora).

Scusandomi con gli innumerevoli amici che dovrei menzionare, voglio ricordare due personaggi che non sono più tra noi, ma che con entusiasmo, competenza e sponsors adeguati hanno allestito squadre importanti: Sergio Pennacchioni e Livio Miglioranza. E con loro, ma che fortunatamente gode di ottima salute, il “vigile volante” Annibale Albiero, che con il San Martino B. A. ha stabilito, e detiene tuttora, i records nazionali maschili e femminili.

Così da una formuletta matematica ho messo insieme una breve storia delle “24 ore”, specialmente delle nostre. Preciso che la nostra ultima edizione è stata quella del 1989, poi per stanchezza e mancanza di sponsors all’altezza l’abbiamo sospesa; nel 1995 Stefano Scevaroli, Adalberto Discotto e gli altri amici del Mombocar ci hanno chiesto il permesso di riprenderne l’organizzazione, cosa che abbiamo accettato con interesse perché era un vero peccato che la manifestazione non avesse più seguito. Come si può constatare con una perizia senza pari…

Per i nostri soci, specialmente quelli che sono con noi da poco tempo, tanti personaggi che ho citato non diranno niente, ma vi assicuro che con i loro interventi ci hanno permesso di vivere annate sportive indimenticabili!

 

Concludo riportando alcuni risultati, fra i più interessanti, delle trenta manifestazioni:

Record italiano 24 ore maschile: San Martino Buon Albergo km 453.104 (1981)

Record italiano 24 ore femminile: San Martino Buon Albergo km 373.902 (1983)

Record nostra società: Mondadori-Ottica Nogara km 374.267 (2000)

Società col maggior numero di vittorie: Pier Sport Tencarola (PD) con 14 volte

Migliori risultati maschili assoluti: Korir H. 19.931, 2004;  Pimazzoni L. 19.857, 1983;  Rugut N. K. 19.839, 2006

Migliori risultati femminili assoluti: Cruciata S. 17.563, 1980;  Tommasini C. 17.431,1985;  Marchisio R. 17.203, 1983

Migliori risultati maschili mondadoriani: Besaldo A. 18.079, 1985;  Lavorini M. 17.747, 1978;  Galvani F. 17.396, 1978

Migliori risultati femminili mondadoriani: Castagna L. 14.702, 1980;  Pighi M.R. 13.715,  1984; Prato C. 13.337, 1982

 

 

Renato Salvi